Campi stellari puntiformi

January 25, 2013  •  Leave a Comment

Costellazione dell'orsa maggiore o grande carroCostellazione dell'orsa maggiore o grande carroCostellazione dell'orsa maggiore o grande carro Uno dei soggetti più semplici nella fotografia astronomica sono i campi stellari, ovvero la ripresa di porzioni di cielo contenenti una o più costellazioni o anche solo una parte di una costellazione. L'attrezzatura necessaria è veramente minima: un treppiede ed una fotocamera su cui sia possibile impostare manualmente lunghi tempi di esposizione. Ci renderemo presto conto che più alto sarà il tempo di esposizione che impostiamo e maggiore sarà il numero di stelle che rimarranno impresse nel nostro sensore o nella nostra pellicola, specie se scegliamo di fotografare lontani dall'inquinamento luminoso dei cieli urbani.

Un'altra cosa di cui però ci renderemo presto conto è che allungando i tempi di esposizione, anche le stelle sul nostro fotogramma non saranno più puntiformi ma tenderanno ad essere delle "strisciate" o degli "archetti". La situazione peggiora utilizzando obiettivi con focali elevate e, pertanto, un maggiore ingrandimento. Questo è dovuto a moto di rotazione della Terra intorno al proprio asse e può essere risolto soltanto con l'utilizzo di un particolare motorino di inseguimento. Questo tipo di motorini possono essere degli astroinseguitori, da applicare ad un treppiede oppure i motorini StartrailsStartrailsStartrails della montatura di un telescopio, sul quale montare la fotocamera in parallelo. In ogni caso questo comporta una spesa di diverse centinaia di euro oltre ad un maggiore peso di trasporto e tempi più lunghi per allineare la strumentazione.

Esiste però ancora un'alternativa per evitare di ottenere "strisciate di stelle" sulle nostre fotografie. Si tratta di calcolare il tempo massimo di esposizione per ottenere stelle puntiformi. Questo valore è calcolabile con la seguente formula:

T.Max= 550/ (F Cos Decl)

dove T.Max è il nostro tempo massimo in secondi, F è la focale dell'obiettivo e Decl è la declinazione del campo inquadrato.

Per facilitare il calcolo ho realizzato il piccolo script pointstar che potete utilizzare da questa pagina.

Il tempo massimo diminuisce all'aumentare della focale utilizzata. E' importante che nel calcolo si utilizzi la focale equivalente. Nelle fotocamere a pellicola, corrisponde alla focale dell'obiettivo stesso, così come nelle digitali full frame. Nelle digitali con sensore ridotto occorre invece moltiplicare la focale dell'obiettivo per il rapporto di ingrandimento.

Sfera celeste (Wikipedia)Sfera celeste (Wikipedia)Sfera celeste (Wikipedia) L'altro fattore determinante per la durata dell'esposizione massima è la declinazione. Si tratta di una delle coordinate (insieme all'ascensione retta) con cui vengono individuate le stelle sulla sfera celeste. La declinazione va da 0° a 90° positivi o negativi. Le stelle che hanno coordinate vicino allo 0, l'equatore celeste, ruotano molto più rapidamente delle stelle che si avvicinano ai 90° ovvero le stelle circumpolari vicine ai poli celesti. Anzi, una stella teoricamente posta a 90° (la stella polare vi è molto vicina ma non esattamente coincidente) rimane sempre puntiforme e pertanto si può utilizzare un tempo di esposizione infinito. Ovviamente la vostra fotocamera inquadrerà un campo più o meno grande, spesso di diversi gradi, a seconda della focale utilizzata. Abbiate pertanto l'accortezza di utiizzare per il calcolo la declinazione più bassa presente nel campo, ovvero quella parte che si sposterà più rapidamente. La declinazione può essere dedotta da dei libri di astronomia con degli atlanti stellari o dai tanti software astronomici, anche gratuiti, che si possono scaricare da internet (ad es. Stellarium).

Con un po' di pratica presto vi farete un'idea dei tempi necessari -spesso frazioni di secondo nei pressi dell'equatore e pochi secondi vicino ai poli- e potrete ottenere risultati molto soddisfacenti. Per concludere, eccovi ancora una piccola tabella riassuntiva con alcune delle coppie focale/declinazione più comuni:

Tempi massimi di esposizioneTempi massimi di esposizioneTempi massimi di esposizione


Comments

No comments posted.
Loading...

Argomenti del blog

 


Microstock

Le mie immagini sono reperibili in formato digitale, oltre che su questo sito anche sui principali siti di microstock, dove è possibile scaricarle per l'utilizzo con licenza royalty free o editoriale. I miei portfolio sono reperibili sui siti:

Dreamstime

Shutterstock

 



 

 

Subscribe
RSS
Archive
January February March April May June July August (1) September (1) October (4) November (1) December
January (1) February (1) March April May June July August September October November (1) December (2)
January (1) February (4) March April (2) May June July August September October November (1) December (1)
January (1) February March April May June July August September October November (1) December (2)
January February March April May June July August September October November (1) December
January February March April May June July August September October November (1) December
January February March April May (1) June July August September October November December (1)
January (1) February March (2) April (1) May June (1) July August September (1) October November December